Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti alla Newsletter per le PMI del Gruppo Meridiana Italia per essere sempre informato su opportunità, finanziamenti, normativa, adempimenti e molto altro ancora.




Autorizzo il [popup url="www.ecopraxi.it/wp-content/uploads/2017/03/trattamento.html" height="600" width="500" scrollbars="0"]trattamento dei dati personali[/popup]


Dichiarazione nutrizionale: come determinarla?

Scritto da Staff Ecopraxi 2 anni fa
Vai alla Home Page  /  Adempimenti  /  Dichiarazione nutrizionale: come determinarla?

La dichiarazione nutrizionale, divenuta obbligatoria a partire dal 13 dicembre 2016, così come previsto dal reg. 1169/2011, deve essere riportata in etichettatura dei soli alimenti preimballati destinati alla vendita al consumatore finale.
La dichiarazione nutrizionale non è invece richiesta sui prodotti preincartati, né sui cartelli di vendita dei prodotti sfusi, sui registri e/o menù dei pubblici esercizi.
I valori da dichiarare sono “valori medi” che possono essere stabiliti sulla base di:

  • analisi di laboratorio dell’alimento effettuata dal fabbricante,
  • calcolo effettuato a partire da valori medi noti o effettivi relativi agli ingredienti utilizzati,
  • calcolo effettuato a partire da dati generalmente stabiliti e accettati.

E’ necessario però considerare che il calcolo eseguito a partire dalle materie prime impiegate nella preparazione dell’alimento, può risultare falsato dalle modifiche dei nutrienti conseguentemente al processo di lavorazione come ad esempio la lievitazione, la cottura, la stagionatura.

Per maggiori informazioni al riguardo continua a seguirci su Facebook e su Ecopraxi.it e fissa subito un colloquio gratuito con un nostro esperto.
Contatti
Responsabile commerciale: Vincenzo Lagruttav.lagrutta@ecopraxi.it
Tel: 0971 472035

Categorie:
  Adempimenti, Approfondimenti
questo post E' stato condiviso 0 volte
 100